CAPITOLO 3. DA SAN SEBASTIAN A SANTANDER.

DA SAN SEBASTIAN A SANTANDER, TERZA TAPPA.
VIAGGIO ON THE ROAD IN COPPIA, ITALIA-SPAGNA DEL NORD A BORDO DI UN VOLKSWAGEN WESTFALIA T3.

shadow of two wild guys in love at the beach

CAPITOLO 3. SESSIONE DI SURF.

DRIN. Sveglia.
Buongiorno mondo, buongiorno piazzale di San Sebastian. Buongiorno onde che vi rompete sugli scogli.

Routine da camper, ruotine da vanlife, vanlife, quella vera.

Pettino i capelli fra le file di macchine parcheggiate. Spazzolino e dentifricio in tasca. Maglione al volo.
Bar, colazione da campioni.
Ricordo che bevemmo almeno due spremute a testa.
Bisogna essere pieni di energia per godersi il mondo.
Andammo in bagno a turno. Come a casa.
Bagni dei bar magicamente così domestici.
Lavarsi la faccia, spazzolarsi i denti.

Ripartimmo.
Motore acceso, Google Maps alla mano e iniziammo a mangiare km verso la prossima destinazione:

Santander. Cittadina spagnola.

Località nota per il surf.
Andammo subito a Playa do Somo.
Una distesa di sabbia finissima, qualche conchiglia qui è là, le onde facevano rumore.
C’era foschia. Un vento pieno di natura e libertà ci accarezzava.
Parcheggiammo il camper alla fine di una strada che portava ad un piccolo piazzale sterrato.
Da lì una stradina di sabbia fra le sterpaglie portava alla spiaggia.

Staccionate di legno segnavano il percorso, un poco di salita e puff: L’oceano.

Dietro quelle dune di sabbia, come ad aspettarti per offrirti uno spettacolo a sorpresa.

Muta alla mano, tavola da surf sotto braccio, Gabriele si buttò in acqua per surfare, dopo aver scattato qualche foto.
Io camminai, un sacco. La foschia creata dalla salsedine era pazzesca. Sabbia, mare, toni chiari, pastello, e quella foschia bianca che nascondeva il mondo.

Da quella nebbiolina uscivano ogni tanto sagome nere di persone che passeggiavano, o surfisti che entravano o uscivano dal grande mare.

Sembrava un effetto speciale. Raccolsi tutte le conchiglie più belle che trovai sulla riva. Salvai qualche piccola medusa spiaggiata.

Mi godetti la solitudine, e il mondo.

La natura che tutto dona e nulla pretende.

Liberatorio, rilassante, profondo.

Ricordo quelle sensazioni mentre passeggiavo a piedi scalzi con il maglione avvolto intorno al collo per proteggermi un poco da quel forte vento.

Gabriele finì la sessione di surf. Lasciammo la tavola in camper, lui si tolse la muta piena di oceano e sabbia e indossò i primi vestiti che trovo tra quelli sparsi sul letto. Corremmo ancora una volta in spiaggia.
Stradina di sabbia, staccionate di legno, duna.
Saliamo i gradini e puff:

L’oceano tinto da un tramonto che difficilmente mi dimenticherò.
La leggera nebbiolina da bianca era passata ad essere rosa.
Le sagome delle persone erano avvolte da quel alone violaceo. Le onde bianche si colorarono in un attimo di quei toni.

Tutti intorno a noi erano avvolti da questa atmosfera magica. Sembravamo tutti stupidi di quanto la natura possa regalare. Ci godemmo lo spettacolo, come al cinema, senza fretta. Senza neppure aver pagato il biglietto.

Sembrava di essere in un luogo senza tempo né spazio. Fuori dal mondo.
I toni da caldi si spensero sempre più verso il grigio ed il blu.

Tornammo al camper accompagnati dal buio, e ci dirigemmo nel centro di Santander. Trovammo un locale molto tipico in cui mangiammo tapas buonissime, accompagnate da una copa de vino tinto.

La notte diventammo inquilini di un piazzale sul mare a Loredo.

Ci parcheggiammo. Avevamo dei vicini quella notte. Diversi camper avevano scelto quel posto per passar la notte. Scelta comprensibile, pensai la mattina del giorno dopo.

Il rumore del mare in pochi giorni divenne la nostra buonanotte.
La notte era più vicina.
Ci avvolgeva.

Fra noi e la notte solo le pareti di un vecchio Westfalia Volskwagen T3 del 1981.

Buonanotte.

surfer before surfing session in a sunny day at playa do somo

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...